Cookie Policy La crescita della Bulgaria non si arresta – DIKE CONSULTING
Fiscalità internazionale,  Società estere,  Unione Europea

La crescita della Bulgaria non si arresta

Ci sono fenomeni che sono talmente ovvi ed evidenti, ma che l’imprenditore medio italiano bloccato nel piccolo recinto del suo minuscolo mercato non percepisce. Troppo distratto dal fare qualcosa per sopravvivere, perde di vista qualsiasi opportunità si paventi ai suoi occhi.

In Bulgaria, ad esempio, negli ultimi 18 anni, i posti di lavoro direttamente o indirettamente collegati alle esportazioni del paese sono passati da 169.000 nel 2000 a 697.000 l’anno scorso, secondo un rapporto della Commissione Europea (CE)

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype 

Si tratta di una crescita quadrupla per quasi 2 decenni o di una crescita di oltre il 312%. In questo indicatore, la Bulgaria è il primo paese dell’UE in termini di aumento del numero di persone occupate in attività dipendenti dalle esportazioni. Per fare un confronto, il secondo posto a questo riguardo è la Slovacchia, dove la crescita è del 213%. Un aumento significativo si osserva anche in Irlanda: 147%, Lituania – 153% e Portogallo – 172%.

Come percentuale dell’occupazione totale in Bulgaria, questo tipo di occupazione ha registrato un aumento del 5,4% dal totale del 2000 al 22,2% alla fine dello scorso anno. A tale riguardo, la Bulgaria è al quinto posto nell’UE dopo Lussemburgo, Irlanda, Croazia e Lituania. La relazione della Commissione afferma che le società bulgare hanno esportato beni e servizi al di fuori dell’UE per 12 miliardi di EUR nel 2017.

In totale, secondo le statistiche, nelle esportazioni dei paesi terzi lavorano 662.000 bulgari, mentre altre 122.000 sono legate alle esportazioni da altri paesi dell’UE verso paesi terzi. Allo stesso tempo, le esportazioni bulgare forniscono lavoro a oltre 35.000 persone al di fuori del paese entro i confini dell’Unione. I lavori totali di esportazione bulgara all’interno e all’esterno del paese sono oltre 784 mila. Più della metà o il 54% di questa occupazione è legata ai servizi e il 24% si riferisce a lavoratori altamente qualificati. Il numero di posti di lavoro nell’Unione europea (UE) sostenuto dalle esportazioni verso il resto del mondo è cresciuto in modo tangibile negli ultimi vent’anni. I lavoratori dipendenti che sono direttamente o indirettamente collegati alle esportazioni sono aumentati del 66% tra il 2000 e il 2017.

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype 

Ciò significa che circa 36 milioni di posti di lavoro dipendono direttamente dalle esportazioni verso altri Stati membri dell’UE o paesi terzi, rispetto ai 21,7 milioni del 2000, secondo i dati della Commissione. Il maggior numero di esportazioni è l’economia numero uno nell’UE, in Germania, con oltre 8,3 milioni di occupati. Oltre 4,1 milioni sono nel Regno Unito e oltre 3,3 milioni e 3,1 milioni rispettivamente in Francia e in Italia.

In sostanza la Bulgaria è un paese, che grazie anche alla fiscalità del 10% sui redditi delle imprese, non conosce sosta nella sua crescita. Gli imprenditori italiani che vogliono davvero fare decollare le loro aziende devono guardare al modello bulgaro.

Vi ricordiamo sempre che la fiscalità internazionale non è una materia semplice e che deve essere affrontata con un professionista esperto del settore. Dike Consulting, è la tua porta di ingresso verso la fiscalità internazionale e la protezione del tuo patrimonio

Ricorda sempre che la fiscalità internazionale è una materia complessa che deve essere affrontata con i professionisti esperti del settore, per non incorrere in reati tributari e fiscali, sia in Italia che all’estero

Affidati a Dike Consulting !  

Clicca quì e prenota la tua consulenza personalizzata su Skype per l’apertura di una nuova società estera o per proteggere il tuo patrimonio.

www.dikeconsulting.eu

Facebook: Dike Consulting

Instagram: Dike Consulting

L'autore è stato iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti dal 1991 al 2017. Nel corso della sua vita professionale è stato Amministratore Unico di diverse società, membro di CdA di aziende a carattere nazionale. Ha una lunga esperienza di commercio e di Fiscalità internazionale, tax planning e mediazione internazionale. Da oltre 20 anni ha fondato Dike Consulting, un network di studi professionali con 4 sedi ( Londra,Praga,Tirana, Malta ) e numerose collaborazioni con prestigiosi studi professionali nel mondo. Dike Consulting, assiste i Clienti esercitando le seguenti attività : - partecipazione in società di capitali, anche di diritto estero con relativa intestazione fiduciaria di azioni quotate e non. - intestazione fiduciaria di gestioni patrimoniali; - intestazione, amministrazione e custodia di patrimoni, donazioni, legati e Fondazioni. - partecipazione e rappresentanza in assemblee dei soci, degli azionisti; - gestione dei diritti di proprietà intellettuale; - rappresentanza in trattative di natura commerciale, in Italia ed all'Estero; - costituzione di Fondazioni di diritto italiano ed estero; - assunzione di cariche sociali di Società e Fondazioni - amministrazioni di Trust con funzioni di Protector; - Intermediazione internazionale per l'acquisto o la vendita di prodotti o servizi; - tax planning e creazione di società all'estero; - delocalizzazione e trasferimento di imprese italiane all'estero; - servizi di Temporary Manager sia in Italia che all'estero per le aziende nostre Clienti Collaborazioni con primarie strutture finanziarie e bancarie Contatti: info.dike.consulting@gmail.com Facebook: @difendiltuopatrimonio

Leave a Reply

Open chat
Chatta con noi
Ciao, sono Marzia di Dike Consulting. Posso aiutarti ?