man using atm machine
Fiscalità internazionale

Conti correnti e attività finanziarie estere

I conti correnti e gli investimenti esteri. Devo dichiararli ?

Questa è una delle domande più frequenti che mi vengono fatte nel corso delle consulenze.

E la risposta è sempre la stessa: SI !

Malgrado la disinformazione ed i luoghi comuni, occorre prendere atto che le normative internazionali sono profondamente cambiate nel corso dell’ultimo ventennio e che la Direttiva N 2011/16/UE sullo Scambio delle informazioni, prevede che ogni autorità nazionale debba inviare all’autorità competente, mediante uno scambio automatico, informazioni sulle seguenti categorie di reddito:

  • Proprietà e redditi immobiliari;
  • Prodotti di assicurazione sulla vita e misure analoghe;
  • Redditi da lavoro;
  • Compensi per dirigenti;
  • Pensioni.

Questo ha comportato, di fatto, l’abolizione del segreto bancario a livello comunitario, costrigendo i Paesi membri della UE che prevedono il segreto bancario, a non considerarlo come legittimo impedimento alla divulgazione delle informazioni in ambito comunitario.

Prenota qui la tua consulenza personalizzata su Skype

Scambio Delle Informazioni

Con il Decreto di attuazione della Legge n. 95 del 2015, pubblicato il 28/12/2015, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato ha attuato la Direttiva n. 2014/107/UE, che in sostanza prevede lo scambio delle informazioni tra i Paesi membri dell’Unione Europea per quanto riguarda i conti esteri e le attività finanziarie.

Le fasi del procedimento sono:

  1. Individuazione degli intermediari finanziari tenuti all’invio dei dati alle Amministrazioni;
  2. Individuazione dei conti finanziari;
  3. L’individuazione dei conti i cui dati devono essere segnalati;
  4. Due Diligence per individuare i titolari effettivi dei conti;
  5. Invio dei dati alle Amministrazioni le quali a loro volta invieranno alle Amministrazioni degli altri Stati.

Gli intermediari finanziari sono tenuti a trasmettere i dati dei conti dei non residenti all’Amministrazione Finanziaria del proprio Paese, che entro il 30 settembre di ogni anno dovrà fare le rispettive comunicazioni alle Amministrazioni Finanziarie estere corrispondenti.

Elenco degli Stati che effettuano scambio di Informazioni con l’Italia

Prenota qui la tua consulenza personalizzata su Skype

GIURISDIZIONEANNO DI ADESIONE
ALBANIA2018
ANDORRA2018
ANGUILLA2017
ANTIGUA E BARBUDA2018
ARGENTINA2017
ARUBA2018
AUSTRALIA2018
AUSTRIA2018
AZERBAIJAN2018
BAHAMAS2018
BAHRAIN2018
BARBADOS2017
BELGIUM2017
BELIZE2018
BERMUDA2017
BRASILE2018
ISOLE VERGINI BRITANNICHE2017
BRUNEI2017
BULGARIA2017
CANADA2018
ISOLE CAYMAN2017
CHILE2018
REPUBBLICA CINESE2018
COLOMBIA2017
ISOLE COOK2018
COSTA RICA2018
CROAZIA2017
CURACAO2017
CIPRO2017
REPUBBLICA CECA2017
DANIMARCA2017
ECUADOR2017
ESTONIA2017
ISOLE FAROE2017
FINLANDIA2017
FRANCIA2017
GERMANIA2017
GHANA2018
GIBILTERRA2017
GRECIA2017
GROENLANDIA2017
GRENADA2018
GUERNSEY2017
HONG KONG2018
UNGHERIA2017
ISLANDA2017
INDIA2017
INDONESIA2018
IRLANDA2017
ISRAELE2018
ISOLA DI MAN2017
JAPAN2018
JERSEY2017
KOREA2017
KUWAIT2018
LETTONIA2017
LIBANO2018
LIECHTENSTEIN2017
LITUANIA2017
LUSSEMBURGO2017
MALESIA2018
MALTA2017
ISOLE MARSHALL2018
MAURITIUS2018
MESSICO2017
PRINCIPATO DI MONACO2018
MONTSERRAT2017
NAURU2018
OLANDA2017
NUOVA ZELANDA2018
NIGERIA2019
NIUE2017
NORVEGIA2017
PAKISTAN2018
PANAMA2018
PERU’2019
POLONIA2017
PORTOGALLO2017
QATAR2018
ROMANIA2017
RUSSIA2018
SAINT KITTS AND NEVIS2018
SAINT LUCIA2018
SAINT VINCENT AND THE GRENADINES2018
SAMOA2018
SAN MARINO2017
ARABIA SAUDITA2018
SAYCHELLES2017
SINGAPORE2018
SINT MAARTEN2018
REPUBBLICA SLOVACCA2017
SLOVENIA2017
SUD AFRICA2017
SPAGNA2017
SVEZIA2017
SVIZZERA2018
TURCHIA2018
ISOLE CAICOS2017
EMIRATI ARABI UNITI2018
REGNO UNITO2018
URUGUAY2018
VANUATU2018

Come vedi, l’elenco dei paesi aderenti è davvero lungo e comprende anche quei paesi che da anni erano considerati “paradisi fiscali”. Quindi se hai un conto corrente estero o investimenti finanziari esteri quello che devi fare è rispettare la disciplina connessa al monitoraggio fiscale prevista dalla normativa italiana, sulle attività patrimoniali e finanziarie di fonte estera.

Questo comporta la verifica annua dell’obbligo o meno di segnalare le tue attività finanziarie estere nel quadro RW della tua dichiarazione dei redditi. Puoi chiedere al tuo commercialista quali sono i parametri.

In caso di mancata compilazione, a seguto di una verifica, l’Agenzia potrà inviarti o una lettera di compliance, invitandoti ad aderire tramite il ravvedimento operoso (nel caso in cui tu abbia già presentato la dichiarazione senza la compliazione del quadro RW) oppure potrà notificarti un accertamento con adesione ( nel caso in cui tu non abbia presentato la dichiarazione dei redditi).

Costituire una società all’estero e pianificare la propria fiscalità non è così facile come molti vi fanno credere, perché prevede la conoscenza e l’integrazione di complesse norme internazionali.

Per questo ho scritto il Libro “ESTERO SICURO” , per darti la possibilità di scoprire tantissime cose sulla fiscalità internazionale, e per poter usufruire dello sconto del 50% sulla TUA consulenza personalizzata.

Il libro lo trovi in vendita su Amazon e nei principali e-book store.

Si, voglio acquistare il libro ESTERO SICURO ed usufruire del BONUS del 50% sul prezzo della mia consulenza personalizzata

Visita e metti ” mi piace” sulla nostra pagina Facebook

L'autore è stato iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti dal 1991 al 2017. Nel corso della sua vita professionale è stato Amministratore Unico di diverse società, membro di CdA di aziende a carattere nazionale. Ha una lunga esperienza di commercio e di Fiscalità internazionale, Tax planning e mediazione internazionale. Da oltre 20 anni ha fondato Dike Consulting, un network di studi professionali con 5 sedi ( Londra,Praga,Tirana, Malta e Pogdorica) e numerose collaborazioni con prestigiosi studi professionali nel mondo. Dike Consulting, assiste i Clienti esercitando le seguenti attività : - pianificazione fiscale internazionale per liberi professionisti, imprenditori ed imprese con relativa costituzione di società e veicoli giuridici - intestazione, amministrazione e custodia di patrimoni, donazioni, legati e Fondazioni. - partecipazione e rappresentanza in assemblee dei soci, degli azionisti; - gestione dei diritti di proprietà intellettuale; - rappresentanza in trattative di natura commerciale, in Italia ed all'Estero; - costituzione di Fondazioni di diritto italiano ed estero; - assunzione di cariche sociali di Società e Fondazioni - amministrazioni di Trust con funzioni di Protector; - Intermediazione internazionale per l'acquisto o la vendita di prodotti o servizi; - delocalizzazione e trasferimento di imprese italiane all'estero; - servizi di Temporary Manager sia in Italia che all'estero per le aziende nostre Clienti Collaborazioni con primarie strutture finanziarie e bancarie Contatti: info@dikeconsulting.eu Facebook: @difendiltuopatrimonio

Lascia una risposta

Il Nuovo Libro di Estero Sicuro: Come puoi GUADAGNARE fino al 60% in più, con la pianificazione fiscale internazionale.GUARDA ORA
Open chat
Chatta con noi
Ciao, sono Marzia di Dike Consulting. Posso aiutarti ?