Cookie Policy Registrazione imbarcazioni all’estero – DIKE CONSULTING
Fiscalità internazionale,  Patrimonio,  Società estere,  Tutela Patrimoniale

Registrazione imbarcazioni all’estero

Nel corso degli anni abbiamo avuto sempre più richieste di registrazioni di imbarcazioni da diporto in altri Paesi.

Ma quali sono i vantaggi di registrare un’imbarcazione ( di indiscutibile pregio e valore ) in un Paese straniero ?

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype 

A questa domanda possiamo rispondere che ci sono moltissimi vantaggi a registrare in un altro Paese le imbarcazioni.

  • Vantaggi fiscali . Molti paesi offrono la registrazione di natanti con costi nettamente inferiori a quelli italiani. In più se la barca sarà di proprietà di una società di quel Paese non sarete a rischio di tasse improvvise ( patrimoniale ) e l’imbarcazione non entrerà nel vostro Redditometro, con indiscutibili vantaggi per il vostro patrimonio.
  • Privacy. L’imbarcazione sarà sempre vostra ma se di proprietà di un’azienda di quel Paese, sarà difficile collegare la proprietà della barca al reale proprietario.
  • Libertà di movimento. A prescindere dai  vantaggi fiscali della registrazione in un Paese con  imposte basse o nulle, la registrazione straniera può consentire una maggiore libertà di movimento e altre libertà commerciali, come la libertà dalle restrizioni sulla nazionalità dell’equipaggio. In base alla scelta del Paese, la  registrazione di una nave o di un’altra struttura marittima sotto una bandiera straniera potrà avvenire senza particolari restrizioni o per esempio prevedere la presenza locale di un Agente Residente e/o la registrazione di una società straniera. La registrazione può anche essere soggetta a restrizioni sulla nazionalità dell’equipaggio o del comandante. La registrazione richiede il pagamento di una tassa di solito basata sull’uso previsto della nave (che si tratti di un’imbarcazione commerciale o da diporto) e talvolta della sua lunghezza e tonnellaggio.

Fiscalità
Alcuni dei più popolari paesi marittimi consentono il pagamento di una tassa fissa (a volte soggetta alla costituzione di una società locale) piuttosto che una percentuale di reddito. Le principali agevolazioni fiscali applicabili alle immatricolazioni straniere per le navi mercantili sono un’aliquota ridotta delle imposte sul reddito rispetto alle operazioni commerciali (sia a bassa percentuale che a prezzo fisso). Vi possono anche essere benefici in relazione alle disposizioni per compensare il deprezzamento del capitale delle navi contro il reddito imponibile.

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype 

Regime di riduzione dell’imposta sul valore aggiunto (solo per l’Unione europea)
L’acquisto delle imbarcazioni da diporto e commerciali nelle acque dell’Unione europea (UE) può essere soggetto all’applicazione dell’ IVA. Nella maggior parte dei casi, l’IVA dovrà essere pagata sul valore della nave per la costruzione o l’importazione. L’aliquota applicabile varia da Stato a Stato con un valore che oscilla tra il 18% ed il 22%,  e quindi nel caso di un’imbarcazione da diporto, sarà un costo. Esistono diversi regimi IVA pubblici offerti dagli Stati membri per ridurre l’aliquota d’imposta ad una aliquota inferiore.

Servizi supplementari  

La registrazione dell’imbarcazione richiede il supporto di un certo numero di servizi supplementari connessi come per esempio: il noleggio, l’assicurazione, il finanziamento di prestiti, la gestione, l’ormeggio, l’equipaggio e il personale di bordo. Se uno qualsiasi dei servizi di cui sopra verrà utilizzato nel Paese in cui è registrata la nave, è importante considerare la qualità dell’infrastruttura locale, nonché la disponibilità e il costo delle risorse, comprese le risorse umane.

Fattori che influenzano la scelta del Paese
Le principali considerazioni che riguardano la scelta del Paese si baseranno sulle aliquote fiscali locali, sui costi di registrazione e sulle restrizioni imposte alla registrazione delle navi (come le restrizioni basate su chi può possedere e gestire navi locali) come spiegato sopra.

Ovviamente occorre fare un’attenta analisi iniziale con il Cliente per cercare di capire quali siano le sue esigenze e quali i suoi obiettivi, ma sopratutto quale sarà l’utilizzo che vorrà fare della sua imbarcazione. Solo dopo un’attenta analisi di tutti questi fattori potrà essere suggerita al Cliente una rosa di nomi su quali siano le Giurisdizioni che possono andare bene per la sua esigenza.

Ricorda sempre che la fiscalità internazionale è una materia complessa che deve essere affrontata con i professionisti esperti del settore, per non incorrere in reati tributari e fiscali, sia in Italia che all’estero.

Affidati a Dike Consulting !

Clicca quì e prenota la tua consulenza personalizzata su Skype per l’apertura di una nuova società estera o per proteggere il tuo patrimonio o per registrate la tua imbarcazione in una Giurisdizione diversa da quella italiana

www.dikeconsulting.eu

Facebook: Dike Consulting

Instagram: Dike Consulting

 

L'autore è stato iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti dal 1991 al 2017. Nel corso della sua vita professionale è stato Amministratore Unico di diverse società, membro di CdA di aziende a carattere nazionale. Ha una lunga esperienza di commercio e di Fiscalità internazionale, tax planning e mediazione internazionale. Da oltre 20 anni ha fondato Dike Consulting, un network di studi professionali con 4 sedi ( Londra,Praga,Tirana, Malta ) e numerose collaborazioni con prestigiosi studi professionali nel mondo. Dike Consulting, assiste i Clienti esercitando le seguenti attività : - partecipazione in società di capitali, anche di diritto estero con relativa intestazione fiduciaria di azioni quotate e non. - intestazione fiduciaria di gestioni patrimoniali; - intestazione, amministrazione e custodia di patrimoni, donazioni, legati e Fondazioni. - partecipazione e rappresentanza in assemblee dei soci, degli azionisti; - gestione dei diritti di proprietà intellettuale; - rappresentanza in trattative di natura commerciale, in Italia ed all'Estero; - costituzione di Fondazioni di diritto italiano ed estero; - assunzione di cariche sociali di Società e Fondazioni - amministrazioni di Trust con funzioni di Protector; - Intermediazione internazionale per l'acquisto o la vendita di prodotti o servizi; - tax planning e creazione di società all'estero; - delocalizzazione e trasferimento di imprese italiane all'estero; - servizi di Temporary Manager sia in Italia che all'estero per le aziende nostre Clienti Collaborazioni con primarie strutture finanziarie e bancarie Contatti: info.dike.consulting@gmail.com Facebook: @difendiltuopatrimonio

Leave a Reply

Open chat
Chatta con noi
Ciao, sono Marzia di Dike Consulting. Posso aiutarti ?