Fiscalità internazionale,  Paesi extra UE

Serie A e paradisi fiscali

Ci siamo, il 25 Agosto 2019 ha preso il via la nuova stagione calcistica 2019/2020.

Per noi che ci occupiamo di fiscalità, il mondo del calcio offre numerosissimi spunti di riflessione e di applicazione di strategie di tax planning di fatto sconosciute al tifoso, ma molto interessanti per gli addetti ai lavori. Ci siamo occupati di calcio, la scorsa estate con il nostro articolo CR7 alla Juve. La Flat Tax per ricchi funziona , evidenziando come il trasferimento dell’asso portoghese dal Real Madrid alla Juventus fosse stato sicuramente agevolato dalle recenti disposizioni del fisco italiano, a favore dello straniero ( o connazionale ) che trasferisce la propria residenza in Italia.  Rumors di corridoio sostengono che le stesse motivazioni, aldilà del proprio rilancio personale, siano uno dei motivi per il rientro in Italia di un calciatore assai discusso come Mario Balotelli, che è andato a rinforzare le fila del Brescia.

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype

Quindi aldilà della fede calcistica, dietro al calcio ruotano interesse economici enormi, che sono gestiti fiscalmente in modo eccellente da tantissime società. Ad esempio, se, come sembra essere quasi certo, anche la Sampdoria passerà dall’attuale priprietà Ferrera alla cordata guidata dall’ex azzurro Gianluca Vialli, saranno ben dieci le squadre di Serie A ad essere possedute, in tutto o in parte da una società straniera.

I paesi dove sono state costituite queste società sono : Delaware , Isole Cayman, Lussemburgo  ed Olanda .

Come abbiamo avuto modo di scrivere e di dire, il Tax Planning Internazionale è una pratica protetta dalle Convenzioni Internazionali.

Gli imprenditori hanno tutto il diritto di internazionalizzare l’impresa in paesi esteri e approfittare delle disimmetrie esistenti tra le varie fiscalità, specialmente nella UE.

La libertà di stabilimento, ad esempio, è uno dei pilastri su cui si fonda l’Unione Europea.

Inoltre chiunque ha il diritto di costituire società estere, in qualsiasi Giurisdizione, e tramite queste gestire investimenti ed immobili.

Tutto questo, non essendo ovviamente illegale, ma anzi protetto dalle Convenzioni internazionali, è regolarmente praticato da moltissime persone fisiche e da quasi tutte le aziende di successo senza che nessuno possa impedirglielo, perchè non contrario alla legge.

Ma andiamo nello specifico e scopriamo chi sono questi club calcistici ed a quale Giurisdizione fanno riferimento le società che ne detengono la proprietà:

  • Parma – Italia e Hong Kong
  • Juventus – Olanda
  • Fiorentina – Delaware
  • Udinese – Lussemburgo
  • Milan – Delaware e Lussemburgo
  • Brescia – Italia e UK
  • Roma – Delaware
  • Bologna – Delaware e Lussemburgo
  • Inter – Lussemburgo e Isole Cayman
Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype

E’ naturale che nella quasi totalità i Club siano società italiane, possedute però da entità estere con funzioni di Holding costituite in Stati a bassissima o zero tassazione e con pochi vincoli sia di comunicazioni sociali che fiscali.

Il calcio professionistico italiano è dunque in continua evoluzione anche da un punto di vista fiscale, sul solco tracciato ormai da tempo dal calcio inglese e scozzese, che furono i primi ad aprire le porte alle proprietà straniere, spesso situate in paradisi fiscali.

Come sempre noi saremo sempre pronti ad aggiornare i notri lettori sui futuri sviluppi.

Ricorda sempre che la fiscalità internazionale è una materia complessa che deve essere affrontata con i professionisti esperti del settore, per non incorrere in reati tributari e fiscali, sia in Italia che all’estero.

Affidati a Dike Consulting !  

Prenota la tua consulenza personalizzata su Skype per l’apertura di una nuova società estera o per proteggere il tuo patrimonio.

www.dikeconsulting.eu

Facebook: Dike Consulting

Instagram: Dike Consulting

 

L'autore è stato iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti dal 1991 al 2017. Nel corso della sua vita professionale è stato Amministratore Unico di diverse società, membro di CdA di aziende a carattere nazionale. Ha una lunga esperienza di commercio e di Fiscalità internazionale, tax planning e mediazione internazionale. Da oltre 20 anni ha fondato Dike Consulting, un network di studi professionali con 4 sedi ( Londra,Praga,Tirana, Malta ) e numerose collaborazioni con prestigiosi studi professionali nel mondo. Dike Consulting, assiste i Clienti esercitando le seguenti attività : - partecipazione in società di capitali, anche di diritto estero con relativa intestazione fiduciaria di azioni quotate e non. - intestazione fiduciaria di gestioni patrimoniali; - intestazione, amministrazione e custodia di patrimoni, donazioni, legati e Fondazioni. - partecipazione e rappresentanza in assemblee dei soci, degli azionisti; - gestione dei diritti di proprietà intellettuale; - rappresentanza in trattative di natura commerciale, in Italia ed all'Estero; - costituzione di Fondazioni di diritto italiano ed estero; - assunzione di cariche sociali di Società e Fondazioni - amministrazioni di Trust con funzioni di Protector; - Intermediazione internazionale per l'acquisto o la vendita di prodotti o servizi; - tax planning e creazione di società all'estero; - delocalizzazione e trasferimento di imprese italiane all'estero; - servizi di Temporary Manager sia in Italia che all'estero per le aziende nostre Clienti Collaborazioni con primarie strutture finanziarie e bancarie Contatti: info.dike.consulting@gmail.com Facebook: @difendiltuopatrimonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Chatta con noi
Ciao, sono Marzia di Dike Consulting. Posso aiutarti ?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: