Cookie Policy Trust simulato ? Scatta il sequestro – DIKE CONSULTING
Fiscalità internazionale,  Immobili,  Trust,  Tutela Patrimoniale

Trust simulato ? Scatta il sequestro

Su questo blog, abbiamo sempre dato spazio alla tutela del patrimonio, sottoponendo di volta in volta le novità legislative e le opportunità che i due principali strumenti giuridici, Fondazioni e Trust, possono offrire a chi a a cuore le sorti del proprio patrimonio.

Come abbiamo avuto modo di scrivere diverse volte, il veicolo giuridico del Trust in Italia non ha avuto certo una vita facile con una lunga battaglia della giustizia tributaria, sfociata negli anni precedenti in diverse sentenza della Cassazione, spesso in contrasto tra di loro.

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype o presso una delle nostre sedi

L’ultimo atto è la sentenza, n. 16701 – sez. tributaria -, depositata il 21-06-2019, con la quale la Cassazione chiarisce, si spera definitivamente, che l’atto di dotazione del Trust, che comporta il temporaneo trasferimento dei beni al trustee in funzione della realizzazione degli obiettivi prefissati dal disponente, non costituisce un fatto imponibile, mentre è tassabile il trasferimento finale al beneficiario.

E fin qui, tutto bene… Ma che succede se lo strumento del Trust viene utilizzato male dai soliti furbetti ? Da chi, invece che affidarsi a dei Trustee professionisti, decidono che visto che Trustee non lo conosco, tutto deve rimanere “in famiglia” ?

Succede che l’Amministrazione possa dichiarare il Trust come simulato o fittizio con conseguente nullità dello stesso e sequestro preventivo dei beni conferiti se questi siano riconducibili a profitti di reati tributari

Questo principio è stato affermato dalla Cassazione con sentenza 25991/20.

Per chiarezza di informazioni è importante evidenziare come l’intera vicenda si basa una strutturazione palesemente fittizia, in cui il Trust è amministrato da una Trustee company italiana (srl) ma sopratutto alla luce delle modifiche avvenute conseguentemente alla costituzione.

Il Trust, costituito dai coniugi “X e Y ” nel 2010, nel 2018 veniva completamente modificato sia “soggettivamente che oggettivamente” (novazione) e l’incarico di Trustee conferito a nuova srl intestata ai coniugi stessi.

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype o presso una delle nostre sedi

Il Trust veniva così svuotato del suo contenuto e della sue funzioni e assoggettato completamente al volere dei disponenti ( e quì è d’obbligo l’applauso alla palese idiozia ! )

Infine le operazioni bancarie ed i conferimenti.

I flussi di cassa hanno chiaramente dimostrato come il Trust sia stato alimentato da profitti di reati tributari attraverso somme trasferite dalla società al Trust e successivamente ai coniugi. ( qui scatta la standing ovation !! ).

Ancora un volta questa sentenza ci dimostra come il maggior pericolo per chi fa il nostro lavoro e pone in essere adeguate strutture di protezione siano i titolari stessi, spesso coaudivati dal “cugggino” di turno o da uno scellerato che si fa chiamare “professionista”.

Ancor di più ci dimostra come, se volete proteggere il vostro patrimonio, dovete capire che, se ricorrete a strumenti come il Trust o le Fiduciarie, DOVETE affidarvi a un professionista esperto che vi sappia predisporre tutti gli atti prodromici nella giusta sequenza e che si affidi a strutture professionali affidabili, preferibilmente estere.

Senza fare ciò, vi passerà la vita a girovagare su Google, trovando solo informazioni parziali che senza l’opportuna conoscenza, vi faranno partorire autentici mostri giuridici, le cui conseguenze come in questo caso posso rivelarsi devastanti per il vostro patrimonio.

A giocare con la fiscalità nazionale ed internazionale spesso si ci fa male…. e anche tanto !!

Vi ricordiamo  sempre che la fiscalità internazionale è una materia complessa che deve essere affrontata con i professionisti esperti del settore, per non incorrere in reati tributari e fiscali, sia in Italia che all’estero.

Affidati a Dike Consulting per la tua pianificazione fiscale o per difendere il tuo patrimonio.

Prenota qui la tua consulenza personalizzata su Skype o in una delle nostre sedi

Visita e metti ” mi piace” sulla nostra pagina Facebook

Siamo anche su Instagram

L'autore è stato iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti dal 1991 al 2017. Nel corso della sua vita professionale è stato Amministratore Unico di diverse società, membro di CdA di aziende a carattere nazionale. Ha una lunga esperienza di commercio e di Fiscalità internazionale, tax planning e mediazione internazionale. Da oltre 20 anni ha fondato Dike Consulting, un network di studi professionali con 4 sedi ( Londra,Praga,Tirana, Malta ) e numerose collaborazioni con prestigiosi studi professionali nel mondo. Dike Consulting, assiste i Clienti esercitando le seguenti attività : - partecipazione in società di capitali, anche di diritto estero con relativa intestazione fiduciaria di azioni quotate e non. - intestazione fiduciaria di gestioni patrimoniali; - intestazione, amministrazione e custodia di patrimoni, donazioni, legati e Fondazioni. - partecipazione e rappresentanza in assemblee dei soci, degli azionisti; - gestione dei diritti di proprietà intellettuale; - rappresentanza in trattative di natura commerciale, in Italia ed all'Estero; - costituzione di Fondazioni di diritto italiano ed estero; - assunzione di cariche sociali di Società e Fondazioni - amministrazioni di Trust con funzioni di Protector; - Intermediazione internazionale per l'acquisto o la vendita di prodotti o servizi; - tax planning e creazione di società all'estero; - delocalizzazione e trasferimento di imprese italiane all'estero; - servizi di Temporary Manager sia in Italia che all'estero per le aziende nostre Clienti Collaborazioni con primarie strutture finanziarie e bancarie Contatti: info.dike.consulting@gmail.com Facebook: @difendiltuopatrimonio

Open chat
Chatta con noi
Ciao, sono Marzia di Dike Consulting. Posso aiutarti ?