Fiscalità internazionale,  Paesi extra UE,  Società estere,  Tutela Patrimoniale

CRS – Common Reporting Standard

Il Common Reporting Standard (CRS); è uno standard informativo, o per semplificare una disposizione vincolante sviluppata dall’OCSE, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Organisation for Economic Cooperation and Development (OECD) ), per lo scambio automatico di informazioni, (Automatic Exchange Of Information (AEOI)), a livello globale, tra le autorità fiscali dei Paesi aderenti, e rivolto a facilitare i controlli anti-evasionesulle attività finanziarie detenute dai contribuenti in altre Giurisdizioni,

In questo blog, abbiamo trattato più volte l’argomento del CRS, negli articoli Bahamas e Saint Kitts fuori dalla black list della UEPortorico e conti correnti off shore , FATCA: prima condanna e Black list UE – Mancano gli USA

In Italia il CRS trova la sua applicazione all’art. 2 del Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze del 29 gennaio 2019 che ha modificato l’allegato D al Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze 28 dicembre 2015, recante l’attuazione della Legge 18 giugno 2015 , n. 95 e della Direttiva 2014/107/UE in materia di scambio automatico delle  informazioni su conti finanziari.

Vuoi saperne di più ? Richiedi subito la tua consulenza personalizzata via Skype 

Senza volersi perdere nell’elencazione dei vari provvedimenti giuridici che hanno introdotto il CRS nel nostro Paese, proviamo a spiegare ai nostri lettori, con parole chiare cos’è e cosa comporta l’adesione dell’Italia e della maggior parte dei Paesi del mondo al CRS ( USA esclusi – a tal proposito vedi l’articolo Black list UE – Mancano gli USA) .

L’applicazione del CRS prevede lo scambio automatico delle informazioni finanziarie ( conti correnti, investimenti, titoli di Stato, ecc.. ) tra i Paesi aderenti.

Quindi, sintetizzando al massimo, qualsiasi conto corrente, investimento, possesso di  titoli di Stato, ed altre informazioni correlate, detenuti da  una persona fisica o giuridica di una delle Giurisdizioni aderenti al CRS,  in un altra Giurisdizione aderente al CRS, verrà comunicata in automatico all’autorità fiscale del Paese di residenza della persona fisica o giuridica.

Ci spieghiamo meglio: se aprite un conto corrente all’estero, sia come persona fisica che come persona giuridica ( della quale siete amministratore ) e siete residenti in Italia o in uno dei Paesi che aderiscono al CRS, la Banca dovrà inviare in automatico la comunicazione all’Agenzia fiscale del vostro Paese di residenza. 

Nell’art. 3 del Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze 28 dicembre 2015 sono elencate le informazioni oggetto di comunicazione.

L’elenco dei Paesi aderenti al CRS viene costantemente aggiornato e la versione più recente è quella di cui al Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze del 29 gennaio 2019i cui Paesi sono riportati nella tabella seguente

“N.GIURISDIZIONI
1ALBANIA
2ANDORRA
3ANGUILLA
4ANTIGUA E BARBUDA
5ARABIA SAUDITA
6ARGENTINA
7ARUBA
8AUSTRALIA
9AUSTRIA
10AZERBAIJAN
11BARBADOS
12BAHAMAS
13BAHRAIN
14BELGIO
15BELIZE
16BERMUDA
17BONAIRE
18BRASILE
19BULGARIA
20CANADA
21CILE
22CIPRO
23COLOMBIA
24COREA
25COSTA RICA
26CROAZIA
27CURAÇAO
28DANIMARCA
29EMIRATI ARABI UNITI
30ESTONIA
31FEDERAZIONE RUSSA
32FINLANDIA*
33FRANCIA**
34GERMANIA
35GHANA
36GIAPPONE
37GIBILTERRA
38GRECIA
39GRENADA
40GROENLANDIA
41GUERNSEY
42HONG KONG
43INDIA
44INDONESIA
45IRLANDA
46ISLANDA
47ISOLA DI MAN
48ISOLE CAYMAN
49ISOLE COOK
50ISOLE FAROE
51ISOLE MARSHALL
52ISOLE TURKS E CAICOS
53ISOLE VERGINI BRITANNICHE
54ISRAELE
55JERSEY
56KUWAIT
57LETTONIA
58LIBANO
59LIECHTENSTEIN
60LITUANIA
61LUSSEMBURGO
62MACAO
63MALESIA
64MALTA
65MAURITIUS
66MESSICO
67MONACO
68MONSERRAT
69NAURU
70NIGERIA
71NIUE
72NORVEGIA
73NUOVA ZELANDA
74PAESI BASSI
75PAKISTAN
76PANAMA
77POLONIA
78PORTOGALLO***
79QATAR
80REGNO UNITO
81REPUBBLICA CECA
82REPUBBLICA POPOLARE CINESE
83REPUBBLICA SLOVACCA
84ROMANIA
85SABA
86SAINT KITTS E NEVIS
87SAINT LUCIA
88SAINT VINCENT E GRENADINES
89SAMOA
90SAN MARINO
91SEYCHELLES
92SINGAPORE
93SINT EUSTATIUS
94SINT MAARTEN
95SLOVENIA
96SPAGNA****
97SUDAFRICA
98SVEZIA
99SVIZZERA
100TURCHIA
101UNGHERIA
102URUGUAY
103VANUATU
* Include: Isole Åland.** Include: Guadalupa, Guyana francese, Martinica, Riunione, Saint Martin e Mayotte, Saint Barthelemy.
*** Include: Azzorre e Madera.
**** Include: Isole Canarie.”.

Quindi non abboccate a chi vi promette ANONIMATO, CONTI CORRENTI ANONIMI O peggio SEGRETI, CARTE DI CREDITO ANONIME, SEGRETO BANCARIO, ecc..

Stanno semplicemente cercando di truffarvi !

Verificate sempre la Giurisdizione dove vi propongono l’apertura del conto !

Ricordate sempre che la fiscalità internazionale è una materia complessa che deve essere affrontata con i professionisti esperti del settore, per non incorrere in reati tributari e fiscali, sia in Italia che all’estero.

Affidati a Dike Consulting !  

Prenota la tua consulenza personalizzata su Skype per l’apertura di una nuova società estera o per proteggere il tuo patrimonio.

E ricorda, che acquistando il Libro “Estero Sicuro” oltre a scoprire tantissime cose sulla fiscalità internazionale, potrai usufruire dello sconto de 50% sulla consulenza personalizzata. Il libro lo trovi in vendita su Amazon

Facebook: Dike Consulting

Instagram: Dike Consulting

L'autore è stato iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti dal 1991 al 2017. Nel corso della sua vita professionale è stato Amministratore Unico di diverse società, membro di CdA di aziende a carattere nazionale. Ha una lunga esperienza di commercio e di Fiscalità internazionale, Tax planning e mediazione internazionale. Da oltre 20 anni ha fondato Dike Consulting, un network di studi professionali con 4 sedi ( Londra,Praga,Tirana, Malta ) e numerose collaborazioni con prestigiosi studi professionali nel mondo. Dike Consulting, assiste i Clienti esercitando le seguenti attività : - pianificazione fiscale internazionale per liberi professionisti, imprenditori ed imprese con relativa costituzione di società e veicoli giuridici - intestazione, amministrazione e custodia di patrimoni, donazioni, legati e Fondazioni. - partecipazione e rappresentanza in assemblee dei soci, degli azionisti; - gestione dei diritti di proprietà intellettuale; - rappresentanza in trattative di natura commerciale, in Italia ed all'Estero; - costituzione di Fondazioni di diritto italiano ed estero; - assunzione di cariche sociali di Società e Fondazioni - amministrazioni di Trust con funzioni di Protector; - Intermediazione internazionale per l'acquisto o la vendita di prodotti o servizi; - delocalizzazione e trasferimento di imprese italiane all'estero; - servizi di Temporary Manager sia in Italia che all'estero per le aziende nostre Clienti Collaborazioni con primarie strutture finanziarie e bancarie Contatti: info@dikeconsulting.eu Facebook: @difendiltuopatrimonio

Lascia una risposta

Il Nuovo Libro di Estero Sicuro: Come puoi GUADAGNARE fino al 60% in più, con la pianificazione fiscale internazionale.GUARDA ORA
Open chat
Chatta con noi
Ciao, sono Marzia di Dike Consulting. Posso aiutarti ?